“Operazione giraffa” – metodo crowdfunding al museo di Tolosa (Francia)

Il Museo di Storia Naturale “Muséum de Toulouse” di Tolosa (Francia) ha preso un’iniziativa molto innovativa in quanto offre al pubblico la possibilità di partecipare al finanziamento della naturalizzazione di una giraffa di nome Gaspard. Un’operazione di “crowdfunding” senza precedenti in un museo di storia naturale a Tolosa.

Per il suo 150-esimo anniversario nel 2015, il Museo di Storia Naturale avrà come mascotte una nuova giraffa. Questo maschio alto quasi 4 metri, di nome Gaspard, è stata una delle stelle dello zoo Reynou a Limoges. Dopo la sua morte la scorsa estate, lo zoo ha voluto dare la sua spoglia ad un museo. Il Museo di Tolosa ha colto l’occasione, come parte del suo 150-esimo anniversario.

Questa scelta rappresenta anche un cenno al passato, perché la giraffa è stato uno dei primi animali esotici ad entrare nel museo fin dalla sua creazione nel 1865. Infatti, un esemplare originario dall’Etiopia, che morì nel 1844, venne naturalizzato a Tolosa e presentato in occasione dell’apertura del Museo nel 1865. A quel tempo, questo mammifero era ancora relativamente sconosciuto in Europa. Ad ogni modo questa giraffa è ancora oggi esposta nella libreria del museo. Più di 170 anni dopo, l’arrivo di Gaspard andrà a riaccendere quei vecchi ricordi

Brian Aiello, che nel passato ha naturalizzato l’orso Cannella, guiderà anche la naturalizzazione di questo grande mammifero. Le operazioni di conservazione sono già iniziate nel laboratorio del museo. Le diverse fasi di naturalizzazione si svolgeranno nel corso di più mesi, con un costo stimato di circa € 25.000.

Per finanziare l’operazione, il Museo di Storia Naturale ha preso una iniziativa particolare ed innovativa. Per la prima volta nella storia di un museo di Tolosa, il Comune metterà alla prova un nuovo metodo di espansione dei finanziamenti: il crowdfunding.

Dopo il ripristino del Pantheon, la “bottega del pittore di Courbet”, de la Vittoria di Samotracia al Louvre, la naturalizzazione della giraffa potrebbe quindi essere realizzata con il sostegno finanziario degli abitanti di Tolosa.

La decisione è stata presa dal Consiglio comunale il 30 gennaio come parte di una deliberazione. Lo scopo è quello di trovare nuove soluzioni per il finanziamento dei musei e per la conservazione del patrimonio.

L’operazione giraffa si presenta come test e se tutto va secondo i piani, molte altre iniziative di questo genere verranno prese. In ogni caso, il budget per la naturalizzazione di questo animale esiste già.

Si accettano donazioni che partono da un importo minimo di 10 € ed i donatori possono ricevere un riconoscimento da parte del Museo, che al momento non è stato ancora svelato. L’operazione dovrebbe essere lanciata prima dell’estate. Questo progetto di finanziamento partecipativo potrebbe essere basato su una piattaforma internet di filantropia partecipativa francese, non ancora rivelata.

Verso la fine del 2015, il pubblico potrà assistere alla fase finale della naturalizzazione della giraffa, nella hall del Museo, nel corso di una quindicina di giorni.

Questa iniziativa è molto interessante e mostra ancora una volta che ci sono strumenti che permettono ai musei non solo di rendere partecipi ai loro progetti gli abitanti di una determinata area ed i visitatori di tutto il mondo, ma anche di raccogliere finanziamenti utili per la loro attività.

http://www.club-innovation-culture.fr/pour-naturaliser-nouvelle-girafe-museum-toulouse-fait-appel-au-financement-populaire/